E’ riuscito a entrare armato di coltello e a bordo di un Suv, sulla pista dell’aeroporto “John Fitzgerald Kennedy” di New York, poco dopo il decollo dell’aereo che riportava Papa Francesco in Italia. L’autore del gesto è un ex vigile del fuoco di nome Christopher Canella, di 39 anni. Agli inquirenti ha spiegato che voleva incontrare il pontefice e di voler “cambiare il mondo”.

Il suo tentativo, però, è andato a vuoto. L’uomo, che è riuscito a eludere i controlli grazie a un distintivo dei vigili del fuoco, si è diretto verso il corteo del presidente del Turkmenistan credendo che fosse quello del papa. Prima di essere fermato e arrestato dagli agenti, ha provato a seguire quello del premier Matteo Renzi.

Durante l’interrogatorio, dopo aver rotto una sedia ha minacciato un agente urlando: “Posso veramente farti male con questa”. Ora è in carcere con una cauzione di 500mila dollari . Il 13 ottobre si terrà la prima udienza del processo dove dovrà rispondere delle accuse di possesso di armi non autorizzato e di marijuana e violazione di domicilio.

Il suo avvocato sostiene che Cannella non aveva intenzione minacciose nei confronti del papa: “Ritengo che avrebbe voluto consegnarli un messaggio, sperando in una preghiera o in un’udienza“. Sempre secondo il suo legale, l’uomo – che è sposato e padre di due figli – starebbe passando un periodo di stress a causa della recente morte di un nipote di sei anni e di un infortunio all’anca che lo ha costretto a interrompere la carriera nei vigili del fuoco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siria, Obama: “Isis perderà, è circondato. Ma Bashar Al Assad deve andare via”

next
Articolo Successivo

Papa Francesco incontra l’impiegata Usa che negò nozze a coppie gay: “Sii forte”

next