Il segretario del Partito democratico, durante il suo intervento d’apertura alla Direzione nazionale del partito, sferza la sinistra interna e prende a mo’ di esempio il risultato elettorale di Atene, dove il partito nato dalla scissione alla sinistra di Syriza ha fatto flop: “Le scissioni funzionano come minaccia non al momento elettorale. Per usare un tecnicismo, anche sto Varoufakis se lo semo tolti. Chi di scissioni ferisce, di scissioni perisce”. Poi passa all’attacco della Lega Nord e del suo leader Matteo Salvini bollato come “surfista dell’istante” per la sua politica ondivaga sui migranti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Salvini: “Sindaco Milano? Del Debbio è il migliore, si dedica ai poveri”

prev
Articolo Successivo

Ddl Boschi, Renzi alla Direzione Pd: “Svolta autoritaria? Rispondo con una risata”

next