Tesla-675

di Carblogger

Contaminazioni. Storie di un mondo che cambia. L’ultima notizia arriva (ancora) dalla California ed è la partnership tra Airbnb e Tesla. Per i pochi che non la conoscono, Airbnb è una piattaforma online nata a San Francisco, che consente di affittare la propria abitazione o semplicemente una camera, per un breve periodo di tempo. In pochi mesi Airbnb si è trasformato nel concorrente più pericoloso degli alberghi con oltre 40 milioni di ospiti.

Cosa hanno in comune Airbnb e Tesla? Un sito di prenotazione di camere e appartamenti e un produttore di auto elettriche? Finora ben poco. Da domani molto. Lo slogan non è male: “Be free. Go far”. Tesla installerà delle colonnine di ricarica davanti agli host di Airbnb della California. L’obiettivo è rendere più facile le operazioni di ricarica per i clienti Airbnb che viaggiano a bordo di un’auto elettrica. Tesla o meno. La colonnina sarà “regalata” da Tesla, l’host di Airbnb dovrà pagare solo l’installazione (da 200 a 900 dollari). Il cliente ricaricherà gratis.

Si parte, come potete leggere nella pagina dell’iniziativa, da 100 “high-end” location di Airbnb (giudizio 4 o più stelle). Poi si vedrà. Conoscendo i due, sarà un prevedibile successo.

@Carblogger_it

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Auto, Renzi oltre Marchionne

prev
Articolo Successivo

Fiat Chrysler e General Motors: Cappuccetto Mary e lupo Sergio

next