Sono in migliaia alla deriva nel Canale di Sicilia e le imbarcazioni, civili e militari, coordinate dal centro di soccorso della Guardia costiera italiana stanno facendo gli straordinari per salvare dal mare il maggior numero di vite possibili. Qui le operazioni motovedetta CP 324 della Guardia costiera, al largo delle coste libiche. L’unità è giunta in serata nel porto di Lampedusa con a bordo 111 persone, tra cui 57 uomini e 54 donne

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Comune nel Cremonese mette le mutande ai cavalli. Il sindaco: “Non vogliamo che la città venga sporcata”

prev
Articolo Successivo

Notte della Taranta, dopo il concertone Melpignano è un campo di battaglia

next