Le speranze di trovare ancora in vita Natalia Molchanova scemano giorno dopo giorno, da quando il 2 agosto scorso si è immersa, senza pinne, staccandosi dal gruppo di amici con cui si trovava al largo di Formentera. Campionessa di immersioni in apnea, titolare di ben 41 record mondiali e 23 titoli da campione del mondo, la Molchanova oltre al record del mondo in apnea statica con 9 minuti e 2 secondi, detiene quello di apnea libera con 91 metri. Arrivata in quel punto d’immersione, profondo 30-40 metri e noto per le sue correnti imprevedibili, la probabilità che ne sia stata sopraffatta nonostante la padronanza nella disciplina è purtroppo la più accreditata.  La scomparsa della primatista mondiale è stata confermata dalla federazione mondiale di apnea e da suo figlio Alexey Molchanov, l’attuale detentore a 28 anni del record in apnea in assetto costante. Le ricerche stanno proseguendo anche con l’ausilio di alcuni robot sottomarini.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kira Grunberg, atleta cade fuori dal materasso dopo salto con asta: “Paralisi totale”

next
Articolo Successivo

Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri, argento ai Mondiali di nuoto di Kazan (FOTO)

next