Ultima prova scritta, la terza, per i maturandi. Dopo il tema di italiano (qui) e il secondo scritto in base agli indirizzi (qui), quasi 500mila studenti oggi hanno affrontato il “quizzone” dell’esame di Stato prima degli orali. Il compito era di dimostrare di aver acquisito le nozioni base delle materie, scelte dalla commissione e studiate nel corso dell’ultimo anno scolastico.

A predisporre il test, infatti, non è il ministero dell’Istruzione ma le singole commissioni d’esame. Le materie testate non sono più di 5 e i ragazzi hanno scelto tra un elaborato sintetico o quesiti a risposta singola o multipla. Le materie, come scritto nel regolamento, sono state svelate solo al momento dell’inizio della prova, durata circa tre ore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Università: da Roars la proposta di reintrodurre i ricercatori a tempo indeterminato

prev
Articolo Successivo

Riforma scuola, Renzi insiste: “Se passa 100mila assunzioni, se no solo turn over”

next