“Vogliamo il ritiro di questa riforma. Abbiamo tempo e speranza dato che, dopo l’approvazione alla Camera, la discussione si sposterà al Senato. Se Renzi prenderà una bella scoppola alle elezioni regionali si renderà conto che dovrà ritirare una riforma che distrugge la scuola. Noi come Movimento puntiamo ad entrare in tutte le regioni anche se in tanti territori ci scoraggia la logica del voto di scambio: ormai si promette anche un posto letto in ospedale”. E’ l’affondo del deputato 5 Stelle Alessandro Di Battista in piazza Montecitorio insieme ad altri parlamentari pentastellati per manifestare contro il ddl ‘Buona Scuola‘. “Io sono mamma di due bambini – afferma la deputata Carlo Ruocco – e so cosa vuol dire comprare la carta igienica per la scuola del proprio figlio. Vogliamo anche vederci chiaro sull’eventuale conflitto di interessi del premier dato che sua moglie è una insegnante”. “Noi abbiamo già chiesto le dimissioni del ministro Giannini – aggiunge il senatore Nicola Morra – ma in questa riforma conta poco, decide tutto il governo e soprattutto il Presidente del Consiglio” di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ddl Ecoreati è legge. M5S: ‘Abbraccio a mamme Terra Fuochi’. Pd: ‘Giorno storico’

next
Articolo Successivo

Abruzzo, D’Alfonso: “Dirigenti si aiutano con i gomiti come Alfredino nel pozzo”

next