Hanno addirittura saldato i cancelli di una scuola per non fare entrare i circa 200 migranti appena arrivati in Calabria con il barcone. La protesta è avvenuta nella frazione Focà di Caulonia, provincia di Reggio Calabria, dove i genitori degli alunni hanno impedito al Comune e alle forze dell’ordine di utilizzare la struttura scolastica dove i migranti avrebbero ricevuto le prime cure. Per questioni di ordine pubblico, i migranti sono stati accompagnati nella vicina Roccella Jonica. Costernato il sindaco di Caulonia Giovanni Riccio che ha commentato l’episodio definendolo “increscioso”. Prende le distanze da quei genitori “facinorosi” e aggiunge: “È stato opera di una minoranza di persone impaurite“. E sui cancelli saldati? “Qualcuno si è reso artefice di un qualcosa che non va bene. Mi amareggia il fatto che questa situazione possa danneggiare 10 anni di storia che vanno in direzione opposta” di Lucio Musolino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola Diaz, la testimonianza di Cestaro pochi giorni dopo la mattanza di Genova

next
Articolo Successivo

Sub morto in Sardegna, “sul corpo morsi di un grosso pesce, forse uno squalo”

next