Gaetano Quagliariello è perplesso, e noi con lui. Interpellato dal Corriere della sera a proposito di un suo possibile ingresso nel governo Renzi, da principio fa il politico scontroso che disdegna incarichi e pennacchi, chino com’è “sulla ricostruzione del centrodestra”. E se anche gli avessero proposto un ministero, sarebbe entrato “ma senza trasporto, per un’emergenza”.

Lupi-QuagliarielloUno pensa che forse siamo stati ingiusti con Ncd: altro che partitino delle poltrone, a questi se gli offri un ministero ti guardano male e poi se proprio insistiti ti fanno la cortesia di prenderlo, ma senza trasporto. Poi però in Gaetano qualche istinto atavico si risveglia e infatti, sempre senza trasporto butta lì la soluzione innovativa: “Gli Affari regionali, con le deleghe sui fondi strutturali per il Sud e la coesione territoriale”. Insomma, un ministero che ne contiene tre: assai più conveniente dei fustini del Dash che ne pagavi uno e ne prendevi solo due.

Infine, quando gli si fa notare che Renzi ha chiesto una donna al posto di Lupi al governo, Quaglierello prende cappello: “Questa richiesta non la comprendo troppo”. Quindi, si ricompone e ‘con toni pacati’ osserva che “quando è uscita Mogherini è entrato Gentiloni che mi pare un uomo e che dobbiamo sostituire Lupi, che è pure un uomo…”. In effetti non fa una grinza. A questo punto non vorremmo che per ottenere un altro dicastero Ncd debba diventare un partito transgender, con i ministri che assumono la doppia identità di genere. Ma con toni pacati e senza trasporto, si capisce.

Da ‘Stoccata e Fuga’, il Fatto Quotidiano, 4 aprile 2015

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

C'era una volta la Sinistra

di Antonio Padellaro e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Forza Italia, Fitto si sfoga: “Partito senza regole, 9 milioni di elettori in fuga”

next
Articolo Successivo

Sondaggi elettorali: Pd al 35,7%, 5 Stelle crescono. Lega davanti a Forza Italia

next