I fondamentalisti somali al-Shabab hanno attaccato – ieri, 27 marzo – l’hotel Maka al-Mukaram a Mogadiscio, frequentato da parlamentari e funzionari amministrativi. Il bilancio finale è di diciotto morti: dieci civili, sei miliziani del gruppo islamista e due agenti della sicurezza. Il governo somalo informa che tra le vittime è presente Yusuf Mohamed Ismail Bari-Bari, ambasciatore Onu in Svizzera. L’assalto, durato 13 ore, è terminato con l’uccisione da parte delle forze speciali somale dell’ultimo terrorista.

I testimoni hanno riferito di aver sentito una violenta esplosione e colpi di arma da fuoco. La deflagrazione è stata provocata da un’autobomba posta da un kamikaze all’ingresso dell’albergo. Una fonte di polizia ha subito dichiarato che l’hotel era “sotto il pieno controllo dei militanti” e i combattenti di al-Shabab si trovavano “sul tetto dell’edificio e dentro all’albergo”. Immediata la rivendicazione del portavoce del gruppo islamista al-Shabab, Sheikh Abdiasis Abu Musab: “Siamo responsabili dell’attacco”. Le forze speciali hanno fatto irruzione nell’albergo, sfondando un muro, e hanno sparato sui combattenti barricati all’interno.

All’inizio del mese un attacco simile contro lo stesso albergo, di cui sono abituali frequentatori  politici e uomini d’affari, è stato rivendicato dal medesimo gruppo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Black out Amsterdam, cancellati voli a Schiphol. 1 milione di persone senza luce

next
Articolo Successivo

Andreas Lubitz “giudicato non idoneo al volo. Nel giorno della tragedia doveva essere in malattia, ma strappò il certificato”. Perquisita casa a Montabaur

next