E’ giallo a Istanbul sull’esplosione che ha provocato quattro feriti. In un primo momento le agenzie turche avevano battuto la notizia della morte di due persone. La deflagrazione è avvenuta avvenuta nei pressi di una centralina elettrica, dove erano in corso dei lavori di manutenzione, in un quartiere centrale della città. Scoperti altri due ordigni in altri quartieri della città, la polizia li ha fatti detonare: il primo è stato trovato nascosto sotto una statua di Ataturk a Maltepe e il terzo ad una fermata dell’autobus di Sultangazi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Libertà di espressione: autogol Dieudonné, la Francia patria di Voltaire a giorni alterni

prev
Articolo Successivo

Londra, governo multa 37 aziende: “Non hanno rispettato il salario minimo”

next