A pochi giorni dagli arresti e perquisizioni dell’inchiesta di Mafia Capitale, sui giornali campeggia da giorni la denuncia del ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia del giugno 2013 che, da deputata dem, parlava di “vere e proprie piccole associazioni a delinquere sul territorio. “Si dovevano immediatamente attivare gli organismi di garanzia del partito, ma evidentemente questo meccanismo non è scattato e non si è ritenuto di dover prendere sul serio una denuncia che dipingeva una situazione reale”, commenta il deputato democratico Michele Nicoletti. “In futuro dobbiamo vigilare molto di più, adesso l’intero mondo politico deve ripensare il proprio stile”, commenta il deputato a margine della presentazione alla Camera dei deputati di una modifica al regolamento per introdurre un “codice di condotta per i deputati ispirato ai principi di onestà, integrità, trasparenza, responsabilità, diligenza”. “E’ una proposta a cui lavoravamo da mesi, ma l’inchiesta sulla connivenza fra mafia e politica a Roma ha accelerato l’iter”  di Annalisa Ausilio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5S, Di Maio espelle dall’Aula il collega di partito Di Stefano

prev
Articolo Successivo

Mafia Capitale, il magistrato Alfonso Sabella assessore alla Legalità di Roma

next