“Tutte vogliamo essere delle star, ma ormai il divismo è finito. Popstar come Miley Cyrus e Rihanna? Ma quelle sono delle poveracce, intercambiabili. So’ zoccolette“. Sono le parole di Roberto D’Agostino, intervistato da Nicola Porro nella trasmissione “Virus”, su Rai Due. Il creatore di Dagospia sottolinea che ormai la crisi della nostra società è imputabile al fatto che ciò che non funzionava ieri non funziona neppure oggi a causa di Internet. Viene proposta quindi una sua vecchia intervista alla cantante Madonna. E D’Agostino puntualizza: “Lei ha messo il seme, ha avviato il cambiamento. Ma tutte le Miley Cyrus e Rihanne sono derivate, Dietor rispetto allo zucchero Collaborazione di Gianfo Franchi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zinedine Zidane e il taglia e incolla sul doping

next
Articolo Successivo

Governo Renzi: la pizza della terza via con Tony e Matteo

next