Massimo D’Alema commenta da Bruxelles lo scontro verbale tra Matteo Renzi e Jean-Claude Juncker sui burocrati europei: “I burocrati ci sono a Bruxelles come a Roma, a volte sono anche bravi”, ma l’ex premier sottolinea come la Commissione europea sia “assolutamente un organo politico, d’altronde Federica Mogherini non è una burocrate ma una personalità politica, è stata perfino ministro degli Esteri”. E sulla composizione della nuova Commissione dice: “La posizione predominante della Merkel al suo interno è un problema strettamente politico e non burocratico”  di Alessio Pisanò 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Concorso Medicina, sit-in dei medici: “Giannini trovi soluzione e poi si dimetta”

next
Articolo Successivo

M5s, attivisti: “Il Movimento vada in tv”. Grillo: “No, non è posto libero”

next