Un’auto ha invaso la carreggiata opposta e ha travolto il loro scooter. Sono morti così la scorsa notte a Roma Stefano De Amicis, 38 anni, steward dello stadio Olimpico, e suo figlio, un bambino di 7 anni. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, i due tornavano a casa dalla partita disputata allo stadio tra la Roma e il Bayern Monaco. L’incidente è avvenuto intorno alle 23.30 al chilometro 22 di via Nomentana, in zona Mentana.

Padre e figlio stavano tornando a casa a bordo di un T-Max, quando sono stati travolti dall’auto guidata da un romeno di 40 anni incensurato che in curva ha invaso la corsia opposta e li ha travolti. Il bimbo, che avrebbe compiuto 8 anni tra pochi giorni, è deceduto sul colpo mentre il padre, trasportato dal 118 in ospedale, è morto poco dopo. Ferito anche il conducente della macchina e due connazionali che viaggiavano con lui: l’uomo, 40 anni, incensurato, risultato negativo ai test alcolemici, è indagato per omicidio colposo plurimo

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, i fondi Ue per la formazione utilizzati per costruire marciapiedi

next
Articolo Successivo

Vela: Maserati abbandona il tentativo di record del nord Atlantico

next