“L’impatto delle riforme strutturali sul Pil sarà più forte nel 2016 che nel 2015″. Lo ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan durante la conferenza stampa a Roma alla fine Cdm che ha dato il via libera alla legge di stabilita’. “Tendiamo a essere prudenti” nella valutazione dell’impatto, ha aggiunto, sottolineando che “il Pil programmatico è allo 0,6%”. “Può darsi” ha concluso il ministro “che ci siano miglioramenti inattesi”  di Manolo Lanaro

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senato-Def, Orellana contestato da attivisti M5S. Lui: “Non sono come Scilipoti”

next
Articolo Successivo

Forum Italia-Cina, Renzi: “Puntiamo su cervelli dei nostri giovani”

next