No all’affidamento ai servizi sociali: resta in cella l’ex governatore siciliano Salvatore Cuffaro, che sta scontando una condanna a sette anni per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra, nel carcere di Rebibbia. La Cassazione ha rigettato il ricorso del suo avvocato, Maria Brucale, contro l’ordinanza del tribunale di sorveglianza di Roma che, l’anno scorso, ha negato all’ex presidente della Regione la possibilità di finire di scontare la pena usufruendo dell’affidamento ai servizi sociali.

La Procura generale della Cassazione aveva espresso parere favorevole all’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali. Non sono ancora note le motivazioni della decisione.

I giudici del tribunale di sorveglianza argomentarono il loro no sostenendo che l’ex presidente non aveva collaborato alle indagini consentendo il chiarimento delle zone d’ombra che ancora restano su alcuni fatti a lui contestati. E siccome la legge vede proprio nella collaborazione uno dei requisiti per la concessione del beneficio carcerario, il no fu secco. Anche in quel caso c’era stato il parere favorevole della procura dell’istituto di pena, il carcere di Rebibbia, che aveva parlato di ravvedimento del detenuto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Politica, sanità, imprese: in Lombardia la ‘ndrangheta si piglia tutto

next
Articolo Successivo

Scarpinato, scomparsi video di telecamere tribunale: sicurezza rafforzata

next