Sedicesima fumata nera in Parlamento per i due giudici della Corte Costituzionale. Luciano Violante, candidato Pd, e l’ex avvocato dello generale dello Stato, Ignazio Francesco Caramazza non raggiungono i 3/5 dei voti. “Ci sono forse franchi tiratori anche in Forza Italia“, ipotizza il senatore azzurro Lucio Galan uscendo da Palazzo Grazioli dove l’ex Cavaliere ha riunito la presidenza del partito. Una fronda di Forza Italia non gradisce Caramazza che sostituisce la candidatura bruciata di Donato Bruno: “Questo perché – chiarisce il senatore azzurro Maurizio Gasparri – Violante è un esponente politico, mentre Caramazza è un tecnico. A una parte non piace, perché sembra che noi siamo figli di un Dio minore“. “Il nome è stato deciso da Berlusconi e io voto quello che mi dicono di votare”, dice Renata Polverini. “Mi auguro – conclude Daniele Capezzone – che si arrivi presto e bene all’elezione dei due giudici”  di Annalisa Ausilio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Fi, Berlusconi vs Fitto: “Sei figlio della vecchia Dc, se vuoi puoi andare via”

prev
Articolo Successivo

Berlusconi condannato: una durissima galera tra babà e fuochi d’artificio

next