Caro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,

Sono il dott. Luca Faccio da Bassano del Grappa – Vicenza. Mi occupo di tematiche sociopolitiche con particolare attenzione alla disabilità.

Le scrivo per chiederle il motivo per cui lei non si impone in modo forte affinché i problemi dei disabili, dei cittadini e dei lavoratori non vengano presi realmente in considerazione.

So benissimo che la Repubblica Italiana è una Repubblica Parlamentare e non presidenziale, pertanto è il Parlamento che decide, ma dal momento che non sembra risolvere granché, si imponga lei. Non mi pare sia la soluzione più giusta per esempio cercare di risolvere il problema dei fondi per la Sla con le docce gelate, non crede?

Credo che in Italia si debba iniziare ad investire anche nella scuola, in particolare sulla sicurezza degli edifici scolastici, perché le famiglie devono sentirsi tranquille che i propri figli vadano a scuola a studiare sereni e protetti e non temere che la scuola cada a pezzi facendogli rischiare anche la vita.

Visto che periodicamente incontra il presidente del Consiglio Matteo Renzi, perché non chiede che a certi temi vada la priorità, visto che tutti i suoi moniti non sono stati ascoltati?

Fiducioso di una sua risposta scritta che verrà pubblicata del mio blog de il fatto quotidiano, la ringrazio anticipatamente.

Dott. Luca Faccio

 

Per segnalare la vostra storia scrivete a: raccontalatuastoria@lucafaccio.it

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Adozioni gay: le alchimie di Lorenzin smentite da Freud (e dal buon senso)

next
Articolo Successivo

Siria: le organizzazioni per i diritti umani si mobilitano per il rilascio di tre attivisti

next