Dopo le dimissioni di Cesare Prandelli, c’è attesa per scoprire chi sarà il prossimo commissario tecnico della Nazionale Italiana. Nei giorni scorsi, uno dei nomi più in voga è stato quello di Massimiliano Allegri, ex allenatore del Milan dal 30 giugno svincolato dalla società rossonera. Il livornese, però, indica altri due colleghi come possibili futuri ct: “Ci sono molti allenatore in Italia che possono fare i ct della nazionale. Mancini è molto bravo e ha esperienza, così come Spalletti, anche se è stato all’estero per qualche anno”.

Intervenuto alla trasmissione Un giorno da pecora su Rai Radio2, Allegri ha espresso il suo giudizio anche sul Mondiale brasiliano e sull’inutilità della finalina: “La finale del terzo e quarto posto non ha senso, ha ragione Van Gaal, si rischiano solo infortuni. Quella di stasera è una partita che potrebbe essere importante solo per il Brasile, ma bisogna vedere come ci arrivano dopo l’ultima batosta”.

Una considerazione, infine, sulla politica italiana e sul suo gradimento nei confronti del primo ministro: “Renzi sta cercando di far il bene del paese, in questo momento abbiamo bisogno di una svolta e spero che lui possa darla”.

Lo speciale mondiali de ilfattoquotidiano.it

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Finale Mondiali 2014: Germania-Argentina, Messi contro tutti?

prev
Articolo Successivo

Brasile-Olanda: 0 a 3. Ultima umiliazione per i verdeoro: quarti al mondiale

next