Un barcone con a bordo 250 persone è stato soccorso a sud di Capo Passero (Siracusa) dalla nave della Marina militare. L’intervento arriva a due giorni di distanza dall’operazione compiuta dalla nave Grecale nei confronti di un peschereccio proveniente dal Nord Africa con a bordo 566 persone e 45 persone morte per asfissia. Lo sbarco dei migranti è stato completato la scorsa notte a Pozzallo (Ragusa), a bordo c’erano 45 minori e 28 donne.

Mentre i cadaveri sono stati recuperati dai Vigili del Fuoco di Ragusache hanno impiegato alcune ore per completare il recupero (guarda), visto che i corpi si trovavano all’interno del piccolo “vano ghiacciaio” della stiva del modesto peschereccio utilizzato dagli scafisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Prostituzione minorile, 2 arresti a Bolzano. Rapporti in cambio di soldi e cene

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta, a Torino asse boss-imprenditori: “Ci mangiamo la torta Tav”

next