Era il 3 luglio 2013 e la Guardia di Finanza di Napoli aveva appena notificato a 53 consiglieri regionali campani l’invito a comparire nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi gonfiati ai gruppi regionali. Paolo Romano, presidente del consiglio regionale campano (Ncd), da oggi ai domiciliari, difendeva il lavoro del Consiglio e si diceva fiducioso del lavoro della magistratura: “Non facciamo demagogia sui rimborsi”  di Andrea Postiglione

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Abu Omar, Cassazione costretta a prosciogliere

next
Articolo Successivo

Esclusivo, Scajola dopo incontro con Letta e Confalonieri: “Faccio scoppiare un casino”

next