Se mai vi capitasse di trovarvi di passaggio per le colline dell’Alta Langa e se, tutto ad un tratto, il navigatore decidesse di non darvi più indicazioni sul percorso, non temete: nulla è perduto. Al contrario, se deciderete di lasciarvi guidare dal vento di quelle valli (dove si producono vini tra i più pregiati al mondo), potrà capitarvi all’improvviso di incontrare un piccolo paesino di campagna che, adagiato tra incantevoli onde di terra ed uva, da un anno custodisce un nuovo tesoro: un vero e proprio museo a cielo aperto, con strade, mura, piazze e saloni interni degli edifici di rappresentanza che celebrano e mostrano la creatività dei suoi abitanti e di artisti provenienti da tutta Europa.
 
In questo video, insieme a Claudio Lorenzoni (direttore artistico del “Museo a Cielo Aperto”), a Eliana Littarru (organizzatrice, insieme a Marco Testa e a Claudio Decastelli, dell’evento “Prima Vera Regia 2014”) e al vice-sindaco Mario Saffirio, visitiamo Camo e il suo Museo a Cielo Aperto, per scoprire come un piccolo paese delle Langhe abbia deciso di rispondere alla crisi scommettendo sull’Arte, sulla Cultura e sulla Creatività
 
 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Poesia – Vogl’essere ospite fisso delle tue labbra

next
Articolo Successivo

Brunori, Dente, Lo Stato Sociale a Parigi: la musica indie italiana al festival Maggio

next