I Rolling Stones annullano la data del concerto di Perth, in Australia, dopo la morte di L’Wren Scott, compagna di Mick Jagger trovata impiccata nel suo appartamento a Manhattan. Alla base del gesto della ex modella ci potrebbe essere l’imbarazzo per i debiti accumulati dalla sua società di moda. La Ls Fashion Ltd, infatti, stando alla recente situazione contabile, era pesantemente in rosso. Il bilancio depositato a Londra mostra passività superiori alle attività per 4,24 milioni di euro al 31 dicembre 2012, circa 6 milioni di dollari. I debiti a breve e lungo termine della società ammontano a 6,75 milioni di euro, mentre capitale e riserve a 2,51 milioni al mese di ottobre. 

Sulla pagina facebook dei Rolling Stones è comparso uno status dedicato a Scott e firmato dal compagno Mick Jagger. “Sto ancora cercando di capire perché il mio amore e la mia migliore amica abbia deciso di togliersi la vita in questo tragico modo – ha scritto il cantante online – Abbiamo passato molti anni meravigliosi insieme, aveva una grande presenza e il suo talento era molto ammirato, non per ultimo da me”. Infine il cantante ringrazia per i messaggi di cordoglio che personaggi famosi e non gli hanno inviato. “Sono toccato dai messaggi di cordoglio delle persone e da quelli personali di supporto che ho ricevuto. Non la dimenticherò mai. Mick”.

La tappa a Perth era fissata per mercoledì 19 marzo. La data successiva sarà quella del 25 di questo mese a Sydney. Le performance degli Stones prevedono un fitto calendario: Melbourne e Macedon a fine mese a seguire due date a Brisbane e Auckland, in Nuova Zelanda ad aprile. Nel mese di giugno il On fire tour toccherà l’Europa con una serie di concerti tra Paesi Bassi, Germania, Italia e Belgio. Ma su queste date, per ora, non ci sono conferme. Mick Jagger, 70 anni, e la Scott, 49, erano insieme dal 2001. Lunedì notte una portavoce del frontman degli Stones ha pubblicato una dichiarazione in cui è stata negata la rottura tra i due, diffusa dal New York Post. “E’ falsa al 100%”, ha detto la portavoce Victoria Scarfone

Nel 2006 L’Wren ha fondato la sua etichetta di moda omonima presentando un’iniziale collezione basata sul ‘Little black dress’. Ha vestito molte celebrità da Madonna a Nicole Kidman, da Oprah Winfrey a Penelope Cruz e la first lady Michelle Obama. Molte le attrici che hanno indossato i suoi abiti come Angelina Jolie, Amy Adams, Marion Cotillard, Jennifer Lawrence, Christina Hendricks, Sarah Jessica Parker e Tina Fey. Anna Wintour, direttrice di Vogue America, ha definito la Scott “una perfezionista totale capace di incarnare nei suoi meravigliosi abiti forza di carattere e stile sicuro e potente. Di persona L’Wren era incredibilmente generosa, gentile, graziosa e molto divertente. Le sue vecchie maniere americane e il suo charme erano di un altro tempo, ma la sua sensibilità era sempre ferocemente moderna”. 

Nota per le creazioni dal tocco vintage con poca pelle nuda in vista e diventata famosa per l’abito headmistress: un tubino nero tagliato ben sotto le ginocchia con colletto e polsini bianchi come una camicia e le maniche a tre quarti. Naomi Campbell, sua cara amica ha scritto su ‘WhoSay‘ che Scott è stata “sinonimo di eleganza e femminilità mantenendo una qualità fanciullesca”. Poi la top model ha aggiunto: “Mi mancherà la sua onestà e mi mancherà la sua amicizia. Il mio cuore va a Mick e a tutti quelli l’hanno amata e che sono stati amati da lei”. L’attrice Nicole Kidman, amica di lunga data della L’Wren, ha “il cuore spezzato ed è in stato di shock” come riferito dalla sua portavoce che ha inoltre proseguito: “In questo momento non è in grado di aggiungere altro”. Bianca Jagger, una delle ex mogli di Mick Jagger, ha scritto su Twitter di avere “il cuore spezzato per la perdita della bella e talentuosa L’Wren Scott. I miei pensieri e le mie preghiere sono con la sua famiglia. Possa riposare in pace”.

Nel 2009 Scott ha introdotto tra le sue linee di moda una collezione di scarpe e nel 2010 ha collaborato con Lancome su una linea di trucco e profumi. Nel 2011 arrivò anche una linea di borse e nel 2012 una collezione di occhiali. Infine l’anno scorso, in collaborazione con Banana Rupubblic, ha creato anche una linea di abiti a prezzi accessibili. La sede del suo studio è a Londra ma la Scott ha presentato le sue sfilate a New York fino a poco tempo fa. Nelle sue creazioni c’è un ampio uso del raso e del velluto. La collezione è composta soprattutto da boleri, abiti da tè, lunghi mantelli e gonne a vita alta. I disegni della Scott “sono basati sul suo stile personale che combina rigore e sex appeal”, ha detto Valerie Steele, direttrice del Museo al Fashion Institute of Technology in New York. “L’Wren Scott era brillante, elegante gentile e generosa”, ha detto Olivia Wilde, un’altra tra le star che sono state vestite dalla stilista ed ex compagna di Mick Jagger.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Baby squillo Parioli, l’investigatore privato: “Cento euro a settimana per tacere”

next
Articolo Successivo

Ikea, bimbo di tre anni muore soffocato da hot dog. La procura di Roma indaga

next