“Tutto semplificato, tutto ridotto a slogan”, è il primo commento dello scrittore Corrado Augias sull’intervista del deputato cinquestelle Alessandro Di Battista, che lo ha preceduto tra gli ospiti di Daria Bignardi a le Invasioni Barbariche su La7 (video). “Mi è sembrato un bravo ragazzo, si vede che è stato catechista”, continua Augias, “e questo spiega la capacità di tradurre tutto in concetti molto semplici. Troppo”. Poi l’attacco ai leader del M5S, Grillo e Casaleggio. “Tengono surgelati tutti questi ragazzi, che continuano a dire no a tutto. E questo principalmente per non mischiarsi a quanti condannano”. E ancora: “E’ pericoloso, così si porta la protesta e la piazza in parlamento. Fece così Mussolini che in un famoso discorso si dichiarò in grado di trasformare l’Aula in un bivacco di manipoli. Attenzione, molti non sanno che all’inizio il fascismo è stato questo”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto Bankitalia, squadristi & caveau

next
Articolo Successivo

Italicum: e il conflitto di interessi dov’è?

next