Arriva il terzo bollettino medico sulle condizioni di Pierluigi Bersani, colpito domenica 5 gennaio da una emorragia cerebrale. La notte è passata tranquilla, tutti i parametri sono stabili e nella norma. La Tac alle 2 del mattino è stata positiva. Bersani non è intubato, non è più sedato, è vigile e ha potuto parlare con i suoi familiari. L’ex segretario, spiega il bollettino dell’Ospedale Maggiore di Parma, rimane tuttavia ricoverato in rianimazione e la prognosi resta riservata come previsto in questi casi  di David Marceddu

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Como, trovato morto lo speleologo disperso in una grotta per una frana

next
Articolo Successivo

Berlusconi dona 50mila euro a una coppia di disoccupati. “Babbo Natale esiste”

next