A Catania l’avventura della nuova Forza Italia inizia nel peggiore dei modi. La hall dell’albergo in cui era ospitata la convention, dove erano presenti i maggiori esponenti del partito della Sicilia orientale, si è trasformata in un ring con scene da pura cavalleria rusticana. Sono volati schiaffi e pugni tra un collaboratore dell’ex Sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, e due uomini esagitati che hanno fatto irruzione nella struttura dopo l’arrivo del politico. Uno dei due, visibilmente alterato, ha lamentato, dopo aver affermato di aver procurato “50 voti”, di aver anticipato durante le scorse elezioni amministrative “50 euro per ogni disoccupato” del quartiere popolare di Librino con lo scopo di organizzare una manifestazione elettorale a sostegno dell’ex Sindaco, poi non rieletto. Somma che, a detta dell’uomo che si è professato “gravemente malato”, non è stata saldata. Stancanelli ha replicato in serata a LiveSiciliaCatania “Sono pronto a sporgere querela nei confronti di chiunque tirerà in ballo il mio nome in una vicenda in cui io sono del tutto estraneo. Non sono fatti che riguardano la mia persona”  di Dario De Luca e Angelo Capuano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5S e l’opposizione vera (a cui ci eravamo disabituati)

next
Articolo Successivo

M5S, il video del ‘lobbista’ Tivelli, registrato alla Camera dai deputati di Grillo

next