Nel giorno in cui il ministro della Salute Beatrice Lorenzin riferisce in Consiglio dei Ministri sul metodo Stamina, una decina di malati gravissimi si sono dati appuntamento a piazza del Pantheon a Roma per chiedere l’accesso alle cure sperimentate dal dottor Vannoni. “Non può essere un giudice a decidere sulla mia vita”, dice una ragazza. “Vogliamo un decreto di urgenza”, spiega Marco Biviano che, dallo scorso 23 Luglio, vive con altri malati in una tenda a piazza Montecitorio. “Se dal ministro non arriveranno le risposte che ci aspettiamo, ci ribelleremo” conclude suo fratello Sandro. Il presidio si sucessivamente spostato in via del Corso che è stata bloccata temporaneamente dai manifestanti  di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lampedusa, esclusiva Tg2: “Centro di accoglienza come lager”

next
Articolo Successivo

Napoli: caro Sindaco, soluzioni ‘ad personam’ sono una sconfitta per gli elettori

next