Bersani farà un patto con il Pdl di Silvio Berlusconi per formare un governo. Sarà questa per Beppe Grillo la conseguenza del suo no alla fiducia al Pd e in un’intervista alla Bbc si dice tuttavia convinto che il governo “durerà un anno al massimo e poi ci saranno nuove elezioni. E ancora una volta, nelle urne, il Movimento 5 Stelle, cambierà il mondo”. Sul blog il leader M5S ha infatti spiegato che non intende stringere alleanze politiche, nè coi democratici nè con altri partiti anche se la base ha protestato invitandolo a “farsi da parte” per “lasciare lavorare gli eletti”.  

”Ogni tentativo di persuadere il movimento a partecipare a un governo è falso”, ha spiegato all’emittente britannica, ribadendo che il MS5 “deciderà se supportare leggi specifiche caso per caso”. Poi, scrive il sito, “rifiuta l’ipotesi di avere istigato l’ira popolare” e aggiunge che “oggi in Italia, ciò che accadrà è già accaduto in passato. La destra e la sinistra si uniranno e governeranno un Paese di macerie, del quale loro sono responsabili”. Ma grazie ai 5 Stelle prima c’era “rabbia senza speranza” che “crea violenza. Ma la rabbia con speranza è qualcosa di differente, è una rabbia ottimistica, non negativa. Noi stiamo contenendo questa collera, perciò dovrebbero ringraziarmi. Occorre una collera democratica per andare avanti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Boldrin lascia “Fermare il declino”: “Movimento in mano ad arrivisti, addio”

prev
Articolo Successivo

Elezioni, da dove pescano i 5 Stelle: un terzo da destra, un terzo da sinistra

next