Lo spoglio delle schede comincia domani 26 febbraio alle 14, ma i primi instant poll portano buone notizie alla coalizione di centrosinistra in Lazio, in grande affanno invece secondo i risultati nazionali. Secondo l’istituto Piepoli la coalizione si aggiudica il voto in Lazio col 35% rispetto al 30% del centrodestra. Nicola Zingaretti (Pd) batterebbe quindi Francesco Storace (La destra), raggiungendo il 52-54% mentre il suo diretto avversario si fermerebbe al 28-30%. Davide Barillari del Movimento 5 stelle raggiungerebbe il 7-9% mentre Giulia Bongiorno della Lista civica per Monti si assesterebbe tra il 4 e il 6%. Anche per l’istituto Tecnè il centrosinistra ha conquistato il Lazio con il 35% delle preferenze, seguito dal centrodestra al 30%, dal Movimento 5 Stelle al 18% e da Scelta civica per Monti al 10%. Rivoluzione civile è attestata al 3%. Altri all’1%. 

Diversa la situazione in Lombardia dove secondo l’instant poll dell’Istituto Piepoli per la Rai, Umberto Ambrosoli (centrosinistra) e Roberto Maroni (centrodestra), sarebbero entrambi in una forchetta tra il 42 ed il 44% mentre Gabriele Albertini (centro) tra il 6 e l’8%. Stessa ‘forchetta’ per Silvana Carcano (Movimento 5 stelle) mentre Carlo Maria Pinardi (altri) si attesterebbe tra lo 0 e l’1%.

Il dato sull’affluenza alle urne per le elezioni regionali relativa alla città di Roma fa registrare un aumento del 13,06% rispetto alle precedenti regionali del 2010. Secondo il dato riportato dal sito del Campidoglio relativo a 2.585 sezioni su 2.600 (99,42%), l’affluenza è stata pari al 69,56% contro il 56,50% del 2010. Secondo il sito del Viminale, il dato dell’affluenza relativo alla provincia di Roma (ancora non definitivo) è pari al 77,07%, +11,54% rispetto al 65,53% riscontrato nel 2010. Per quanto riguarda, invece, le elezioni politiche (Camera1), secondo il Campidoglio l’affluenza a Roma è stata pari al 77,56%. Alle politiche del 2008 era stata del 80,32%. Registrata una diminuzione del 2,76%. Secondo il Viminale, l’affluenza nella provincia di Roma sarebbe pari al 78,28%, in diminuzione del 4,13% rispetto al 82,41% delle precedenti elezioni politiche.

E’ stata del 74,6% (dato aggregato) l’affluenza alle urne per le regionali in corso in Lombardia, Lazio e Molise. Il dato omologo riferito alle precedenti elezioni era del 63,12, dunque l’aumento è stato di oltre 11 punti percentuali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni 2013 – Adesso Renzi, ma addio sinistra

next
Articolo Successivo

Elezioni 2013, Bersani perde nella “sua” Bettola

next