Una nave da crociera con 112 passeggeri a bordo e’ affondata nel Nilo vicino Asswan. Lo ha riferito Al Arabiya in una breaking news. Secondo fonti della sicurezza egiziana, tutti i passeggeri sarebbero stati messi in salvo. Successivamente è stata anche diffusa la notizia che sulla nave non c’erano stranieri a bordo. Lo ha affermato il colonnello Hassan Abdul Hay, capo della sicurezza di Asswan, citato dal sito web del giornale egiziano al-Ahram. Il colonnello ha precisato che la nave – con a bordo 112 persone, “tutti egiziani” – era in viaggio verso Luxor. Secondo il colonnello, la nave ha urtato uno scoglio e l’incidente ha provocato l’apertura di una falla. L’acqua ha iniziato a entrare nella nave, che ha così cominciato a inclinarsi. L’immediato intervento delle squadre di soccorso ha consentito di trarre in salvo “tutti i 112 egiziani” a bordo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napoli ritrova la sua umanità

prev
Articolo Successivo

Ilda Boccassini contro Antonio Ingroia: “Lui come Falcone? Come si permette”

next