In occasione della sua ultima apparizione a Napoli Antonio Di Pietro aveva promesso di non voler avvalersi della clausola del contratto firmato dai consiglieri regionali Idv, che prevedeva tra l’altro una penale di 100.000 euro per chi fosse uscito dal partito prima della fine del mandato. Eppure, stando alla lettera recapitata a Nicola Marrazzo, consigliere regionale campano ex Idv confluito ne “I Moderati” di Portas, l’Italia dei Valori sembra essere intenzionata a far valere tutti gli altri articoli del contratto firmato dagli onorevoli al momento della candidatura. Marrazzo ha infatti ricevuto una lettera a firma del tesoriere Silvana Mura in cui veniva invitato a pagare le quote mensili che i consiglieri Idv sono tenuti a pagare al partito (1.500 euro al mese, che diventano 3.500 se si esce da Idv). Non solo le tre mensilità arretrate, ma anche “le quote a venire”. In caso contrario l’Italia dei Valori sarà costretta “per i contributi passati ad adire le vie legali, mentre per quelli non ancora scaduti, ad esigere direttamente l’importo dovuto presso l’amministrazione del Consiglio Regionale, così come previsto dal contratto”. “Posso mai – commenta Marrazzo – sostenere io la sede regionale di un partito di cui non faccio più parte? Non pensavo di vivere questa amara pagina in questo momento” di Andrea Postiglione

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Monti attacca Berlusconi in conferenza stampa. E annuncia: “Pronto a leadership”

prev
Articolo Successivo

Monti attacca Berlusconi: “Fatico a capire il suo pensiero”

next