Dopo la Grecia nasce anche in Italia ‘Alba Dorata’. Il nuovo partito prende il nome dal movimento dell’ultradestra xenofoba di Atene che alle scorse elezioni ha raccolto il 7%. Bruno Berardi, figlio del Maresciallo Rosario Berardi ucciso dalle Brigate Rosse nel 1978, sarà uno dei capolista per le elezioni di febbraio. Berardi, come i suoi colleghi greci rifiuta le etichette di neofascista e neonazista, si richiama invece al Movimento Sociale e all’idea del nazionalismo. Secondo Berardi, già candidato al Senato con Msi, “i magistrati non devono far politica”, ma aiutare i poliziotti a tenere in galera i criminali e Grillo è un “gattopardiano al servizio dei partiti”  di Cosimo Caridi

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Politica e magistrati

next
Articolo Successivo

Fini: “Mi candido con lista ispirata a Monti. No al tetto dei mandati”

next