In arrivo un nuovo sciopero dei trasporti che coinvolgerà mezzi pubblici (metro, tram e bus), treni, aerei e collegamenti marittimi nelle giornate di giovedì 29 e venerdì 30 novembre.

Mezzi Pubblici: l’Autorità di garanzia sugli scioperi ha chiarito che l’agitazione proclamata dal Cub riguarderà soltanto le città di Milano, Monza, Brianza, Genova e Varese. Per l’intera giornata di giovedì 29, autobus, tram e metropolitane sono a rischio, con fasce garantite stabilite nelle singole città. Nelle relative province, sarà effettuato il servizio extraurbano dalle ore 21 alle ore 23.59. Inoltre, la Filt-Cgil ha proclamato uno sciopero del trasporto urbano di 4 ore a Tivoli. In Emilia Romagna, invece, la sigla Usb ha proclamato uno sciopero dei mezzi pubblici urbani di 24 ore con fasce di garanzia a Reggio Emilia e di 4 ore a Bologna e Ferrara. “Allo stato – ha sottolineato l’Autorità – nessun’altra parte del territorio nazionale sarà interessata da scioperi del trasporto pubblico locale”.

A Milano l’agitazione dell’Atm è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Vista la concomitanza con l’inizio dello sciopero ferroviario, previsto dalle ore 21, la linea 924 (Segrate-Lambrate FS) e la linea 121 (San Giuliano Milanese-San Donato) effettueranno, a partire da quest’orario, servizio regolare. L’Area C sarà sospesa per l’intera giornata di giovedì, resterà invece attivo il divieto di accesso e circolazione all’interno della Ztl Cerchia dei Bastioni per i veicoli di lunghezza superiore ai 7,5 metri, dalle 7.30 alle 19.30. Il ticket di ingresso alla Cerchia dei Bastioni tornerà regolarmente attivo da venerdì.

Treni: a rischio dalle 21 di giovedì alle 21 di venerdì. Le regioni Emilia Romagna e Campania sono escluse dallo sciopero. Il Gruppo Ferrovie dello Stato rende noto che non si prevedono particolari ripercussioni sulla circolazione dei treni e che, per quanto riguarda il trasporto locale, sono garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie 6-9 e 18-21.

Aerei: voli a rischio per tutta la giornata di venerdì 30. Qui l’elenco dei voli garantiti dall’Enav

Collegamenti Marittimi: i collegamenti marittimi con le isole minori saranno a rischio per l’intera giornata del 30 novembre. Mentre quelli con le isole maggiori dalle ore 8 del 30 novembre alle ore 8 del 1° dicembre (esclusi trasporti regione Campania).

Infine, anche nei giorni successivi sono previsti disagi nel trasporto pubblico locale, l’Atac di Roma ha annunciato un’agitazione indetta dalla sigla sindacale Sul per lunedì 3 dicembre. A Torino, lo sciopero del GTT sarà sabato 1° dicembre, per un’agitazione di 24 ore indetta dalle organizzazioni sindacali FAISA CISAL e FAST CONFSAL. Qui le modalità.

aggiornato da Redazione Web ore 18 – 28 novembre 2012

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ballottaggio primarie centrosinistra: come si vota domenica 2 dicembre

next
Articolo Successivo

Sciopero dei trasporti 14 e 16 dicembre 2012: orari e modalità

next