Il locale è a Roma, in uno dei quartieri che più pulsano vita, il Quadraro. E dentro di vita ce n’è davvero parecchia: nei sorrisi, nei piatti, sulle pareti. La Locanda dei Girasoli, ristorante pizzeria in via dei Sulpici 117, è gestita dai genitori di quattro ragazzi con  la sindrome di down: Claudio, Valerio, Emanuela e Viviana. Sono proprio loro a servire ai tavoli, con la voglia di esserci, di fare la loro parte.

Nella Locanda si mangia bene, a prezzi ragionevoli. Solo che per il locale non sono tempi felici. Servono più clienti, per tenerlo aperto, e costruire un futuro sereno per quattro ragazzi, che proprio non ne vogliono sapere di arrendersi. Proprio come i loro genitori, che si sono inventati un progetto per dare lavoro e sogni ai loro ragazzi, e ai loro ragazzi. Se vivete a Roma, o anche se siete in città solo di passaggio, fate un salto ai Girasoli: la sera, perché sono aperti solo per cena. Sul sito del ristorante trovate tutti i numeri e tante altre informazioni. O meglio, ragioni: per ricordarsi di un luogo pieno di “fiori”.    

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Germania-Italia: 3-0 nell’industria alimentare

prev
Articolo Successivo

Mangiare in Sardegna, l’agriturista e il paradosso di Tiscali

next