Cambiamenti epocali in vista per le prossime elezioni. Nello spirito della recente riforma sanitaria, si è deciso di favorire la concorrenza tra forze politiche eliminando i privilegi dei partiti più noti e dotati di notevoli risorse finanziarie. Sulla scheda elettorale, dunque, non sarà più riportato il nome dei vari partiti ma soltanto un elenco di principi attivi tra i quali scegliere. Così, se uno ha voglia di fascismo, non è costretto a votare “La Destra” solo perché ha un marchio commerciale efficace: di fascisti se ne possono trovare ovunque e la scelta dell’elettore assicura una perfetta rappresentanza. Analoghe indicazioni valgono per le coalizioni: invece dell’elenco di simboli e sigle, verrà indicata la percentuale di principi attivi: ad esempio, 20% di socialismo, 30% di liberismo, 40% di corruzione, tracce di impegno civile, 10% coloranti e eccipienti. La speranza è quella di ottenere un Parlamento di cui conosci la composizione e gli effetti collaterali. Ma non tutti sono d’accordo. C’è chi sostiene che, in ogni caso, si tratta di votare individui di cui s’ignora l’effetto sulla società e che, invece, bisognerebbe ricorrere a dei sistemi più naturali ed ecologici. Ad esempio, mandarli a fare in culo tutti e pace.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il ‘nemico’ è Grillo e Bersani lo sa

next
Articolo Successivo

Viterbo, il sindaco: “Azzero le indennità”. E poi: “Mi dimetto”. Ma alla fine ritira tutto

next