Nella città alle porte di Roma il ricordo di Rodolfo Graziani, criminale di guerra durante la campagna d’Etiopia e ministro della Difesa con la Repubblica di Salò (leggi l’articolo). Inaugurato il sacrario: 125mila euro a spese nostre per esaltare “l’eroismo del sodato” seppellito nel cimitero di paese. Nessun imbarazzo per gli etiopi gasati nella guerra coloniale, derubricati a “costi” propri di ogni conflitto. E nemmeno per i giovani mandati a morte perché rifiutarono la leva sotto la Rsi. Azioni che gli causarono una condanna a 19 anni, ma al primo cittadino Ercole Viri non interessa perché, secondo lui, il boia “è un soldato con la s maiuscola. Degno di rivalutazione rispetto alla storia scritta da chi era mosso da altri intenti”  di Nello Trocchia

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bruno Ferrante, da prefetto a presidente dell’Ilva. Passando per Ligresti

next
Articolo Successivo

Costa Concordia, boom di turisti al Giglio

next