Ha festeggiato con troppo anticipo il candidato sindaco di Catanzaro per il centrodestra Sergio Abramo. Il voto nel capoluogo calabrese resta incerto, anche se Abramo era convinto di aver vinto (50,21%) al primo turno sul candidato di centrosinistra Salvatore Scalzo (42,43%) con poco più del 50 per cento dei voti. Ma è ancora tutto in discussione, perché Abramo avrebbe ottenuto il 49,96% e potrebbe non esserci oggi l’esito delle elezioni comunali, dopo che è stato bloccato lo scrutinio nei seggi 84, 85 e 86 ubicati nel rione Lido di Catanzaro. Abramo sentito da ilfattoquotidiano.it dichiara: “Ho vinto io di 140 voti al primo turno, possiamo anche andare in tribunale, ma tanto risulterà che sono sempre io davanti”. Abramo è stato anche ripreso dal sito online Catanzaroinforma.it a festeggiare ieri notte in strada con il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Napolitano: “5 Stelle? Non vedo il boom”. Grillo: “Vola basso, resto a bocca aperta”

prev
Articolo Successivo

Trapani, ultima isola felice per il Pdl. Ma anche qui è costretto a rincorrere

next