Con i soldi della Lega Nord veniva pagato l’affitto di casa dell’ex ministro Roberto Calderoli, oggi membro del triumvirato che sta guidando il Carroccio al consiglio federale di giugno. E’ quanto emerge dagli atti sequestrati ed esaminati dai carabinieri del Noe di Roma. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri veniva pagato un fitto di 2.200 euro mensili per un appartamento in via Ugo Bassi al Gianicolo, a Roma di Tommaso Rodano (leggi l’articolo integrale)

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Buon esempio? No, grazie

next
Articolo Successivo

Formigoni: “Antille? Solo spazzatura”

next