“L’evasione fiscale e l’abusivismo edilizio sono logiche irresponsabili, comportamenti devianti, per quanto diffusi, che non meritano di essere associati al concetto e alla parola di Italia”. Sono dure le parole che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, usa al margine degli stati generali del volontariato della Protezione Civile, presentando un’Italia divisa in due fra chi si impegna per il bene comune e chi invece si approfitta dello Stato.

“Il nostro Paese – ha proseguito il Capo dello Stato – presenta di sè diverse immagini ed esprime diverse logiche di comportamento. In un intreccio complesso di positivo e negativo” si legano “logiche particolaristiche asociali se non di aperto dispregio dell’interesse generale del Paese e del bene comune, di speculazione e cieco calcolo individuale che calpestano il nostro territorio e il patrimonio culturale”.

Il presidente ha citato esplicitamente chi compie abusi edilizi che “mettono a repentaglio l’ambiente ed il sistema idrogeologico nazionale”, ma soprattutto il problema dell’Italia ribadisce il presidente è rappresentato dalle “logiche irresponsabili del rifiuto del dovere fiscale”.

Durante gli stati generali il presidente del Consiglio Mario Monti si è definito un“volontario” della politica (“C’è una consonanza tra la vostra attività e la mia funzione di volontario per la messa in sicurezza, assieme a tutto il sistema politico-parlamentare, del Paese”) e ha ricevuto così la risposta del capo dello Stato che ha detto a quel punto di sentirsi un “riservista”. “Essendo lei un volontario, io sono richiamato qui come riserva”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Agrigento, l’ex Pd antimafia si candida da solo Ma deve fare i conti con i litigi con la Procura

prev
Articolo Successivo

Idv e Lega Nord rinunciano ai rimborsi 2008 Di Pietro: “Farò un assegno alla Fornero”

next