Nei quattro mesi di governo Monti lo Stato ha incassato 13 miliardi di imposte in più. La cifra è stata resa nota in serata durante la trasmissione televisiva “Ballarò” il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà. Il sottosegretario ha spiegato che “sull’evasione fiscale c’è stato un contrasto forte e anche un po’ spettacolare”, ma in questi mesi da quando siamo al governo sono state accertate maggiori imposte per 13 miliardi e quindi maggiore possibilità di spendere e minore necessità di indebitarci”. Quanto alla spending review, Catricalà ha aggiunto che  “è in corso e non posso dire quanto risparmieremo, lo diremo quando siamo sicuri”.

Il sottosegretario ha assicurato che “riconsegneremo il Paese a chi vincerà le elezioni” e che da qui alle elezioni il lavoro del governo Monti servirà “per vedere la luce in fondo al tunnel”. Sull’attività del governo Catricalà aggiunge: “Ci giudicano i mercati, iccitadini e la maggioranza che ci sostiene”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bancarotta MF Global, una mail inchioda il manager Jon Corzine

next
Articolo Successivo

Alitalia, prestito di Stato illegittimo, sì alla vendita dei beni. Ryanair perde il ricorso

next