Spronare la politica per richiamarla ai propri doveri: questo l’intento dell’associazione Libertà e Giustizia, che a Milano ha presentato il manifesto “Dipende da noi” scritto da Gustavo Zagrebelsky. Il costituzionalista invita i partiti a non abituarsi al governo tecnico, unica alternativa al disastro, ma colpevole secondo l’associazione di limitare la libertà: “Oggi il sistema dei partiti è un po’ ‘a balia’. Se non si svegliano, il mio timore è che i cittadini si abituino e preferiscano i tecnici”. Un pericolo, secondo Zagrebelsky, che ricorda: “La tecnocrazia non è la democrazia”. La platea del Teatro Smeraldo accoglie il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, ma l’ospite più atteso è Roberto Saviano che invita l’esecutivo Monti a “occuparsi di giustizia e Rai” e a fare “la legge sulla corruzione, che introduca anche quella tra privati” di Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lega Nord, caos al congresso di Varese: 332 schede per 229 votanti. “Canton si dimetta”

next
Articolo Successivo

Tangenti Lombardia, si dimette Dario Ghezzi capo della segreteria di Davide Boni

next