La giunta comunale di Riccione, in provincia di Rimini, ha approvato la proposta di deliberazione che istituisce l’Imposta di soggiorno e il relativo regolamento di applicazione. Nello specifico, l’esecutivo cittadino ha disposto la nuova tassa nella misura di 0,50 euro al giorno per hotel di categoria 1 e 2 stelle; di 1,50 euro per hotel a 3 stelle; di 2,50 euro per hotel a 4 e 5 stelle, per un massimo di 7 giorni, ad esclusione dei ragazzi fino a 12 anni.

Nella medesima seduta è stato inoltre approvato l’atto ‘Istituzione imposta municipale propria Imu e il relativo regolamento e aliquote che, sottoposto al vaglio del Consiglio comunale, disporrà l’applicazione della nuova imposta comunale sugli immobili, a decorrere dal 1 gennaio 2012, nella misura dello 0,4 per mille per le abitazioni principali e dell’8,7 per mille per tutte le altre tipologie di immobili e per le abitazioni diverse da quelle destinate ad abitazione principale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Albergatori in rivolta: “No alla tassa di soggiorno, intervenga Errani”

next
Articolo Successivo

Pagano coop e risparmiatori (di V. Malagutti)

next