L’ex amministratore delegato di Enav Guido Pugliesi agli arresti domiciliari dal 19 novembre scorso, è tornato in libertà. Lo ha deciso questa sera il Tribunale del Riesame presieduto da Renato La Viola. Il riesame ha accolto le richieste dei difensori, Francesco Scacchi e Roberto Rampioni, con il parere favorevole della Procura della Repubblica di Roma. Il pubblico ministero Sabelli nel corso dell’udienza di stamane, ribadendo il parere favorevole della Procura, aveva tra l’altro rilevato che “Pugliesi ha 72 anni; che non riveste più la carica di amministratore delegato; che come lui hanno lasciato gli incarichi due consiglieri con i quali aveva stretti rapporti”. Si tratta di Antonino Vecchio Domanti, responsabile della finanza, e Raffaello Rizzo, responsabile per le opere civili. “Sono contento e soddisfatto. Resto fiducioso sugli eventuali sviluppi della vicenda e sono sicuro che tutto si chiarirà”, è stato il primo commento dello stesso Pugliesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso De Mauro, interrogato Marcello Dell’Utri
La chiave è il capitolo scomparso di Petrolio

next
Articolo Successivo

Milano, tangenti per spostare un negozio
geometra in carcere per 1000 euro

next