Niente più segreti su redditi e patrimoni per gli eletti e gli amministratori del Comune di Modena. Da fine ottobre sul sito www.comune.modena.it ogni modenese, e non solo, potrà consultare a portata di mouse elenchi e dati che riguardano sindaco, assessori, consiglieri comunali e perfino le società partecipate del Comune.

Quello che in origine dovrebbe risultare un atto dovuto nel rapporto tra cittadino e amministratore, è in realtà il secondo passo per l’amministrazione comunale di Modena verso il traguardo della trasparenza politico-amministrativa, percorso iniziato alcuni mesi fa con l’inserimento nella sezione del sito del Comune della pagina Trasparenza, valutazione e merito.

Se già in questo link erano presenti in rete curriculum, stipendi e riferimenti telefonici/mail dell’aerea dirigenziale del Comune di Modena, tra pochi giorni sarà online anche tutto ciò che concerne i consiglieri comunali, il sindaco e i suoi assessori.

Stipendio, curriculum, redditi, patrimoni e cariche di ciascun componente del Consiglio e della Giunta saranno disponibili scaricando schede in pdf e sfogliando le pagine della rete civica Monet. Verremo a conoscenza, secondo quanto affermato dal Comune di Modena, di quanto guadagnano sindaco e assessori per il ruolo che ricoprono, quali incarichi elettivi esercitano e quali finanziamenti hanno ricevuto, oltre alla loro situazione reddituale e patrimoniale. Lo stesso vale per i consiglieri comunali, di cui si potrà anche sapere con che frequenza partecipano alle sedute. Infine saranno resi pubblici anche i dati di quanto viene speso e in che modo per il funzionamento del Consiglio, le entrate e le spese dei gruppi consiliari.

L’operazione trasparenza pare non fermarsi qui. Tra le informazioni a disposizione dei cittadini ci saranno anche il Piano pluriennale degli investimenti, l’elenco delle ditte fornitrici dell’Amministrazione e i nominativi, i curriculum e i compensi degli amministratori espressi dal Comune negli organismi partecipati diversi dalle società di capitali (consorzi, fondazioni, istituzioni, aziende di servizi alla persona e altro).

Per ciò che riguarda gli amministratori delle società di capitali partecipate dall’Amministrazione, ai nominativi e ai compensi già presenti sul sito saranno aggiunti anche i curriculum. “La vera novità è che con questa operazione rendiamo pubblici anche i dati relativi alle nomine nelle società e negli enti partecipati dall’Amministrazione”, afferma il sindaco Giorgio Pighi, “Con la trasparenza non si cambia la natura e la qualità delle persone, ma si consente ai cittadini di valutare meglio l’operato di chi governa e gestisce la cosa pubblica”.

(d.t.)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rottamatori, prossima stazione primarie. Civati: “Pronti con un candidato” (video)

next
Articolo Successivo

Berselli dichiara guerra alla “rossa” Rimini: fa traslocare a Roma la fiera della giustizia

next