Roma – Dopo i disordini di via Cavour i black bloc ricominciano a spaccare vetrine e incendiare macchine. Nel mezzo del corteo si scatena la rabbia dei manifestanti, al grido di “fascisti” e “andate via”. I Cobas, nel corteo immediatamente dopo il blocco nero, si animano cercando prima di dissuadere i “neri” e poi scontrandosi con alcuni di loro. di Franz Baraggino, Lorenzo Galeazzi, Paolo Dimalio

Via Labicana, proprio di fronte al Colosseo. A pochi minuti dall’esplosione degli scontri un gruppo di manifestanti incappucciati, con spranghe e caschi in mano, viene allontanato dal resto del corteo, tra urla e spintoni. Video di Tommaso Rodano

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Indignati a Londra, tra loro anche
il fondatore di Wikileaks Julian Assange

next
Articolo Successivo

Roma a fuoco e fiamme, Gianni Alemanno:
“In Italia il peggio di tutta Europa”

next