Il clima alla Camera è infuocato, e non solo durante la discussione sul ddl intercettazioni. Ad alzare i toni questa volta, sono soprattutto alcuni esponenti del Carroccio, che, nel tentativo di zittire l’esponente del Pd Lucia Codurelli, ad un certo punto hanno preso ad urlarle: “Fatti scopare che è meglio”.

Un atteggiamento che non ha tardato a scatenare reazioni indignate. “I deputati leghisti sono misogini e ossessionati dal sesso al pari dei primitivi”, ha dichiarato Pina Picierno, chiedendo “provvedimenti da parte della presidenza della Camera”.

L’episodio si è verificato questa mattina, quando il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è entrato in aula. I parlamentari gli si sono assiepati intorno e il premier ha regalato qualche battuta. Di fronte alle proteste della deputata Codurelli, è arrivata la reprimenda leghista.

“Purtroppo in questi anni sono stati diversi i momenti in cui la maggioranza ha discreditato il parlamento ma quanto avvenuto stamattina è di una gravità inaudita e il Presidente della Camera non può non intervenire”, ha detto poi la diretta interessata dall’insulto. Che così racconta l’episodio: “Mentre i lavori dell’aula erano sospesi, sempre per problemi loro, e non per quelli del Paese, abbiamo assistito ad un vergognoso intrattenimento, con immancabile racconto di barzellette, da parte di Berlusconi ai suoi cortigiani, tutti presi a ridere e scherzare. La loro contentezza – ha continuato la Codurelli – è esplosa quando il presidente ha detto che il suo sarà il partito della gnocca”. A quel punto, ha raccontato la deputata democratica, “ho gridato che ci hanno portato allo sfascio e che se ne devono andare: alle mie proteste ha risposto insultandomi un leghista”. Poi la Codurelli conclude: “E’ il loro stile: arroganza e niente rispetto, soprattutto per quelle donne che non sono asservite ai capi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napolitano: “Mandato difficile”
Ed evoca governo di tregua nazionale

next
Articolo Successivo

“Forza gnocca”? Non caschiamoci

next