Nelson Mandela, icona vivente della lotta contro il razzismo, leader della rivolta contro l’apartheid ha festeggiato 93 anni ieri 18 luglio anche se non in buone condizioni fisiche: nel gennaio scorso, infatti, è stato ricoverato per tre giorni in ospedale per una infezione respiratoria acuta. La band rock degli U2 durante un’esibizione al Lincoln Financial Field di Philadelphia ha reso omaggio al vecchio leone incitando gli spettatori a cantare Happy Birthday per Mandela, chiamato per l’occasione con il suo soprannome Madiba attribuitogli dalla tribù di appartenenza Xhosa.

Mentre oggi il mondo celebra la Giornata mondiale di Mandela, istituita nel 2009 dalle Nazioni Unite,  il Premio Nobel per la Pace ed ex presidente sudafricano per il suo compleanno ha chiesto un regalo speciale: dedicare 67 minuti della nostra vita per compiere opere di bene alla propria comunità, come ripulire dalla spazzatura il proprio quartiere o fare il test dell’Hiv. 67 come gli anni di impegno da lui profuso a servizio del suo Paese e contro l’Apartheid. In tutto il Sudafrica le scuole e gli orfanotrofi hanno dato libero accesso ai volontari per fare lavori di pulizia, mentre le banche del sangue hanno fatto gli straordinari. Mentre un patchwork su cui 67 celebrità hanno lasciato le impronte delle loro mani è stato messo all’asta a Città del Capo e il ricavato verrà devoluto alla lotta all’Aids lanciata da Mandela.

Questo è il video-omaggio degli U2 al vecchio leone:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rubato il Tricolore a Reggio Emilia!

prev
Articolo Successivo

Il laboratorio di scrittura per il nostro compleanno

next