La foto dello staff di Obama nella "situation room" rivista da Aglio e CipollaE’ la solita storia: tu provi a fare satira e poi ti raggiunge violentamente la realtà.
Secondo l’agenzia Bloomberg al clan Bin Laden piaceva bere niente meno che la Coca-cola, e pure la Pepsi.
Magari il vecchio Bin, a forza di spararsi bibite ipercaloriche e passare la giornata su linux, era diventato davvero inguardabile.

Fotomontaggio: Olivier Manchion. Per ingrandire clicca qui

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Sai Bunga d’Hard-core

next
Articolo Successivo

Bossi e la sottile metafora del Viagra padano

next