Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, fa causa a Report per diffamazione. L’avvocato Fabio Lepri di Roma ha ricevuto il  mandato per procedere in sede giurisdizionale al fine di ottenere l’accertamento della natura offensiva e diffamatoria del servizio di Report sulle proprietà immobiliari del premier ad Antigua. L’inchiesta è andata in onda il 17 ottobre scorso su Rai Tre. Il giudizio, viene spiegato, sarà promosso contro tutti i responsabili dell’illecito e sarà chiesta anche la pubblicazione della futura sentenza sui principali mezzi di comunicazione.

”Se il premier si ritiene diffamato, è un suo diritto intraprendere tutte le azioni che crede: noi ci difenderemo nelle sedi competenti”. Questo il commento a caldo all’Ansa di Milena Gabanelli, conduttrice di Report, alla notizia dell’iniziativa legale del presidente del Consiglio. ”La domanda posta nell’inchiesta – ricorda Gabanelli – era una sola: da chi lui ha acquistato quei terreni. E’ una risposta che per il momento non ci pare ci sia”.

Silvio Berlusconi forse non sapeva ancora che l’Agcom avrebbe puntato il dito contro il Tg1 e il Tg4 per un eccessivo ‘sbilanciamento’ a favore del governo. Di sicuro, il presidente del Consiglio ieri sera, all’ufficio di presidenza del Pdl finito a tarda sera, è intervenuto per denunciare “una situazione inaccettabile”: “Basta guardare  negli altri Paesi europei. Lì nessuno attacca il governo, mentre qui in Italia tutti i talk show e gli spazi dell’informazione sono controllati dalla sinistra”. Il premier, riferiscono fonti, ha rincarato la dose: “In qualsiasi ora del giorno basta accendere la tv e trovi attacchi nei miei confronti, mai che ci sia qualcuno che spende parole in modo positivo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Enigate

di Claudio Gatti 15€ Acquista
Articolo Precedente

Marra si è dimesso: “Torni la tranquillità in Corte d’Appello di Milano”

next
Articolo Successivo

Berlusconi al ‘Faz’: “Nella magistratura vi è una corrente che agisce in modo eversivo”

next